Settimana con temperature anche sotto media, tramontana e qualche pioggia





La porta nord atlantica continua a restare socchiusa ed ogni tanto riesce a far filtrare impulsi di aria fresca che, diretti essenzialmente sull’Europa orientale, interessano anche l’Italia. Le precipitazioni sono concentrate al nord, in alcuni casi anche violente ed abbondanti, sul resto d’Italia invece prevale il sole ed al massimo registriamo un apprezzabile calo termico. Questo è ciò che è avvenuto anche nell’ultimo fine settimana, in Umbria le temperature sono calate anche di 7°C tra venerdì 10 e domenica 12 luglio, tramontana moderata ma di pioggia praticamente nulla. Nei prossimi giorni qualcosa cambierà, non in termini di risultato finale ma come tipologia di circolazione atmosferica prevalente, non saranno più le fresche ed instabili correnti nord atlantiche provenienti da Inghilterra e Francia a sfiorare l’Italia ma una circolazione depressionaria a carattere freddo proveniente dall’Europa settentrionale, dal mar del Nord, attraverso Norvegia, poi Germania e Polonia. Tra l’altro questo nucleo di aria fredda nord europea risulterà probabilmente anche un po’ più “invasivo”, rispetto ai precedenti, anche per le regioni centro meridionali italiane.
Nelle ultime ore, dopo l’allontanamento ad est dell’impulso perturbato nord atlantico transitato tra sabato 11 e domenica 12 luglio sopra il medio alto mar Adriatico, sull’Italia la pressione atmosferica è andata aumentando per l’avanzamento da ovest dell’anticiclone atlantico. Stamattina, a livello del mare, si registrano valori tra 1020 e 1025 mb al nord, 1015 e 1020 mb al centro sud, pressione atmosferica che fa un po’ più fatica a salire in quota dove persistono correnti nord occidentali con lievissima curvatura ciclonica. Nelle prossime ore la pressione atmosferica tornerà a scendere, sia in quota che a livello del mare, non saremo in regime depressionario ma in un po’ al limite, ciò favorirà la presenza di una debolissima instabilità atmosferica pomeridiana sulle Alpi, sull’Appennino centro meridionale e sulle zone interne della Sicilia, caratterizzata dallo sviluppo di nubi cumuliformi capaci di produrre locali rovesci ed isolati temporali. Le temperature aumenteranno ma non di molto. Mercoledì 15 luglio poi, avverrà quella discesa di un nucleo di aria fredda annunciato ad inizio articolo, dal mar del Nord attraverso la Norvegia meridionale fin sopra la Germania. Questo primo movimento causerà un a temporanea rotazione delle correnti, non più nord orientali ma più miti ed umide occidentali, con un aumento dell’instabilità atmosferica sulle regioni settentrionali italiane dove avremo molte nubi e piogge sparse. Sulle regioni centrali continuerà a prevalere il sole sui settori tirrenici con temperature in aumento mentre nel pomeriggio inizierà a palesarsi una certa instabilità atmosferica con formazione di cumulonembi nelle zone interne montuose, soprattutto in Appennino, con qualche locale rovescio o temporale che poi interesserà anche il centro adriatico.
Giovedì 16 luglio il nucleo di aria fredda in quota si porterà tra Germania e Polonia per poi scendere verso sud e raggiungere l’Austria nella giornata di venerdì 17 luglio, in questa fase aumenterà l’instabilità atmosferica un po’ su tutta l’Italia anche se le precipitazioni più frequenti ed abbondanti sono attese sul Triveneto e centro adriatico, più ad ovest solo piogge occasionali con venti di nuovo settentrionali. Sabato 18 luglio nucleo freddo in discesa sull’Adriatico centro settentrionale, sarà probabilmente la giornata, in generale più fresca, con temperature significativamente sotto media e residue precipitazioni concentrate sul centro adriatico ed al sud, migliora al nord e centro tirrenico con tramontana, domenica 19 luglio si allontanerà ad oriente sulla penisola Balcanica, tenderà a prevalere il sole su gran parte d’Italia ma ancora con tramontana.
Sull’Umbria sole e temperature in lieve aumento oggi lunedì 13 come anche domani martedì 14 luglio, tramontana in lenta attenuazione. Mercoledì 15 luglio ancora molto sole e temperature in aumento ma dal pomeriggio sera assisteremo alla formazione dei primi cumulonembi con possibili locali rovesci, anche temporaleschi, più probabili a ridosso dell’Appennino. Giovedì 16 luglio sole al mattino ma poi nuvolosità in aumento che ci accompagnerà almeno fino alla serata di venerdì 17 luglio con qualche locale pioggia sull’Umbria centro occidentale, anche a carattere di rovescio o temporale, precipitazioni più frequenti in Appennino, venti deboli o moderati da nord o nord est, temperature in sensibile calo. Sabato 18 luglio poco nuvoloso o nuvoloso sull’Umbria centro occidentale, ancora molte nubi con possibili isolate piogge in appennino, venti di tramontana e temperature stazionari o in ulteriore, lieve calo. Domenica 19 luglio sole con poche nubi, temperature in aumento e tramontana in attenuazione.
Tra lunedì 20 e mercoledì 22 luglio probabile fase anticiclonica con temperature in aumento più deciso, fin su valori simili a quelli registrati a metà della scorsa settimana.
La grafica qui di seguito mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sopra l’Italia per la serata di venerdì 17 luglio 2020.


Commenti

Post popolari in questo blog

Peggioramento rapido ma significativo, pochi temporali ma anche forti, calo termico più consistente

Giugno instabile ma estate a rischio intense ondate di caldo con brevi ma violenti break temporaleschi

Rapido passaggio di un impulso freddo nord atlantico con locali temporali e temporaneo, moderato calo termico