Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2021

Fronte freddo in arrivo ma poca pioggia e calo termico moderato, poi ancora sole. Temporanea, debole instabilità pomeridiana nel sud dell’Umbria.

Immagine
  L’estate inizia pian piano ad affermarsi sull’Italia e sull’Umbria, più per l’azione stagionale del soleggiamento che per la circolazione atmosferica generale che, ancora, soprattutto sull’Europa centrale, propone correnti instabili prevalentemente settentrionali, nord atlantiche o, come ad esempio nei prossimi giorni, nord orientali. In specifico, nelle prossime ore, dopo un periodo relativamente lungo con una circolazione blandamente anticiclonico, la pressione atmosferica sull’Italia tornerà a calare. Un anticiclone si sta infatti rafforzando sul nord Europa, tra Scozia e Scandinavia, ciò determina la discesa di un fronte freddo artico, proveniente dalla Lapponia e seguito da un corposo nucleo di aria fredda, fin sopra l’Europa centrale. Il fronte poi, tra stasera e domani domenica 30 maggio, scenderà lungo le regioni adriatiche anche se il nucleo freddo principale transiterà tra Balcani e Carpazi. Questo basterà comunque per portare rovesci sparsi e qualche locale temporale, tra

Giornate soleggiate con temperature in aumento da martedì 25 a sabato 29 maggio poi possibile nuova perturbazione

Immagine
  Perturbazione atlantica in transito in queste ore sull’Italia settentrionale con interessamento marginale anche delle regioni centrali, soprattutto Toscana e Umbria settentrionale, mentre più si scende verso sud più diminuiscono le nubi e prevale il sole con temperature anche sopra 30°C. Sull’Umbria viavai di nubi con qualche pioggia, stamattina soprattutto sui settori settentrionali con 4/5 mm caduti, con temperature miti, le minime quasi ovunque sopra i 13°C/15°C. Nelle prossime ore poco cambia se non qualche raggio di sole e precipitazioni che, con l’ingresso di aria un po’ più fresca, potranno assumere carattere temporalesco, comunque abbastanza localizzate. Migliora in serata.     Da domani martedì 25 maggio poi, cambierà un po’ la circolazione atmosferica sull’Italia, quanto basta per garantire una fase più stabile e soleggiata. Un’area di bassa pressione, la stessa che si sta interessando in queste ore, stazionerà tra Europa centrale e Scandinavia, risalendo, quindi, leggermen

Anticiclone afro mediterraneo in vista? Oggi e domani ancora qualche pioggia e calo termico, poi sole e caldo.

Immagine
  Altra perturbazione in transito sull’Italia ma con effetti, anche in questo caso, abbastanza limitati, soprattutto in termini di precipitazioni. Oramai sono settimane se non mesi che non piove in maniera abbastanza uniforme ed abbondante, per l’Umbria siamo al quinto mese sotto media ed il ricordo di precipitazioni diffuse con quantitativi di oltre 30 mm si perdono nella memoria. Questa mancanza di precipitazioni però non corrisponde ad una presenza di lunghi periodi miti e soleggiati, anzi, spesso il cielo è comunque risultato nuvoloso con temperature sotto media e vento, specie da aprile in poi. Ciò è dovuto essenzialmente alla tipologia di correnti che hanno investito l’Italia, spesso fresche nord atlantiche, con traiettoria troppo a ridosso della nostra penisola quindi senza la possibilità di creare un centro depressionario ben strutturato sui mari occidentali italiani o sulle isole maggiori come Sardegna e Corsica, in modo da organizzare un intenso richiamo di correnti miti, umi

Maggio con qualche perturbazione. Piogge a tratti fino a sabato 15, più sole e temperature prossime alle medie da domenica 16 maggio.

Immagine
  Siamo arrivati a metà maggio, quindi all’inizio dell’ultima fase della primavera, con condizioni atmosferiche sostanzialmente abbastanza normali, se non altro confrontate con clima spesso mite e secco di marzo o con le dannose gelate tardive di metà aprile. Il transito di quattro o cinque perturbazioni in maggio è normale, anzi, per certi versi auspicabile, se non altro in vista della stagione estiva, per la disponibilità delle risorse idriche. Poi naturalmente quello che stiamo scrivendo può contrastare con le necessità della situazione attuale, quindi la possibilità di lavorare all’aperto per molte attività che devono recuperare molti mesi di chiusura, ma il nostro è un discorso squisitamente meteorologico o meglio climatologico. Dovessimo riassumere in poche parole la tendenza per i prossimi giorni possiamo dire che fino a sabato 15 maggio il rischio piogge sarà ancora abbastanza elevato e le temperature si manterranno sotto media, ma da domenica 16 maggio torneranno ad aumentare

Anticiclone afro mediterraneo in arrivo, 8-9 giorni con prevalenza di sole e temperature in rialzo fin su valori estivi

Immagine
  L’avevamo annunciato nei giorni scorsi con gli aggiornamenti nelle nostre pagine social ed ora confermiamo tutto quanto scritto aggiungendo qualcosa in più, sia per i valori termici che raggiungeremo sia sulla durata della fase anticiclonica e calda in arrivo. Le ultime piogge nella giornata di sabato 1° maggio hanno interessato gran parte della nostra regione, senza comunque risultare, come previsto, particolarmente abbondanti, una manciata di millimetri che comunque hanno ammorbidito un pochino lo strato superficiale del terreno e giovato un po’ alla vegetazione che in questi giorni sta esplodendo com’è naturale che sia in maggio. Oggettivamente avremmo bisogno di maggiori precipitazioni in vista dell’estate dato che oramai sulla nostra regione siamo sotto media da gennaio, però il tempo fa quel che vuole e noi possiamo solo limitarci a prevederne le mosse. Attualmente le condizioni atmosferiche su gran parte d’Italia stanno migliorando, l’anticiclone atlantico infatti sta spingend