Maggio con qualche perturbazione. Piogge a tratti fino a sabato 15, più sole e temperature prossime alle medie da domenica 16 maggio.

 Siamo arrivati a metà maggio, quindi all’inizio dell’ultima fase della primavera, con condizioni atmosferiche sostanzialmente abbastanza normali, se non altro confrontate con clima spesso mite e secco di marzo o con le dannose gelate tardive di metà aprile. Il transito di quattro o cinque perturbazioni in maggio è normale, anzi, per certi versi auspicabile, se non altro in vista della stagione estiva, per la disponibilità delle risorse idriche. Poi naturalmente quello che stiamo scrivendo può contrastare con le necessità della situazione attuale, quindi la possibilità di lavorare all’aperto per molte attività che devono recuperare molti mesi di chiusura, ma il nostro è un discorso squisitamente meteorologico o meglio climatologico. Dovessimo riassumere in poche parole la tendenza per i prossimi giorni possiamo dire che fino a sabato 15 maggio il rischio piogge sarà ancora abbastanza elevato e le temperature si manterranno sotto media, ma da domenica 16 maggio torneranno ad aumentare sia le ore di sole che le temperature. Scendendo ancor più nelle specifico osserviamo come la perturbazione nord atlantica appena transitata sull’Italia ha portato piogge abbondanti soprattutto sulle regioni settentrionali italiane mentre al centro solo alcuni settori tirrenici hanno avuto piogge di una certa consistenza, sull’Umbria mediamente sono caduti 5-10 mm di pioggia. Qualche altro millimetro di pioggia è atteso, localmente, sulla nostra regione per oggi pomeriggio, a causa di una residua instabilità atmosferica che la perturbazione lascerà in eredità alle zone interne dell’Italia allontanandosi verso oriente. Domani giovedì 13 maggio una nuova perturbazione raggiungerà l’Italia alimentando ancora una debole/moderata instabilità atmosferica, prevalentemente pomeridiana, sulle zone interne del centro nord. Questa perturbazione comunque, darà il meglio di se tra venerdì 14 e sabato 15 maggio quando un vero e proprio centro depressionario si approfondirà sull’alto mar Tirreno per poi, muovendosi verso oriente, attraverserà le regioni centro settentrionali italiane. Durante questa fase il sistema depressionario produrrà molte nubi con piogge più frequenti, anche a carattere di rovescio o temporale, soprattutto al centro nord. Affluirà ancora aria fresca nord atlantica che manterrà le temperature su valori qualche grado inferiori alle medie del periodo, specie le massime.

 


Domenica 16 maggio anche questa seconda perturbazione della settimana si allontanerà ad oriente, su Ungheria e Balcani, favorendo un generale miglioramento con ritorno del sole su gran parte dell’Italia, specie sulle regioni occidentali, e rialzo delle temperature a partire dai valori massimi. Sull’Umbria domani giovedì 13 maggio, come oggi, la giornata inizierà con un po’ di sole ma subito, dalla tarda mattinata, l’instabilità atmosferica pomeridiana inizierà a favorire la formazione di nubi che nel pomeriggio produrranno locali piogge, anche a carattere di rovescio o temporale, temporaneo miglioramento in serata, temperature senza variazioni di rilievo, venti deboli o localmente moderati sud occidentali. Venerdì 14 maggio aumento della nuvolosità nel corso della mattinata con prime locali, deboli piogge che s’intensificheranno nel pomeriggio quando saranno possibili anche dei temporali. In serata ancora molte piogge mentre migliorerà durante le ore notturne successive, temperature massime in lieve calo, venti deboli o temporaneamente moderati sud occidentali. Sabato 15 maggio tendenza a miglioramento atmosferico, cielo nuvoloso o spesso molto nuvoloso con addensamenti e locali, brevi piogge. In serata le precipitazioni tenderanno a cessare. Temperature stazionarie od in lieve aumento, venti da deboli a moderati occidentali.  Domenica 16 maggio giornata sostanzialmente soleggiata, più al mattino che nel pomeriggio quando si formeranno un po’ di nubi ma il rischio precipitazioni sarà quasi nullo, temperature minime in calo, massime in aumento, in gran parte su valori compresi tra 21°C e 25°C, venti deboli occidentali. 

 


Successivamente, quindi la prossima settimana, probabilmente si concretizzerà una maggiore stabilità atmosferica, i modelli ipotizzano il passaggio di una nuova perturbazioni lunedì 17 maggio sulle regioni alpine, con effetti minimi sull’Umbria, poi per la seconda metà della prossima settimana potremmo assistere all’affermazione di un promontorio anticiclonico afro mediterraneo quindi con sole e temperature in ulteriore aumento, ma ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.

 


 

Commenti

Post popolari in questo blog

Neve e freddo in arrivo sull’Umbria nel fine settimana

Il gelo alle porte dell’Italia ma almeno fino a metà mese li resterà

Da stasera nevicate su gran parte dell’Umbria, fine settimana molto freddo. Attenzione al ghiaccio.