Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2020

Temperature ancora in aumento fino a giovedì 2 luglio poi qualche temporale con temporaneo calo termico

Immagine
Estate piena in questi giorni su gran parte d’Italia, qualche temporale solo in alcune aree alpine e prealpine, qualcuno molto isolate anche in Appennino, ma per il resto tanto sole e caldo in aumento. Anche in Umbria isolati, brevi rovesci temporaleschi in Appennino negli ultimi tre giorni ma la stragrande maggioranza degli umbri nemmeno se ne sono accorti, per loro solo sole e temperature che ieri hanno raggiunto i 35°C a Terni, 32,5°C a Foligno, 32°C a Perugia S.Egidio, superati i 30°C anche nel centro storico di Perugia, 30,5°C a Città di Castello. Attualmente la grande circolazione depressionaria nord atlantica interessa esclusivamente il nord Europa, soprattutto Inghilterra e Scandinavia con le code delle perturbazione che, muovendosi da ovest verso est, ogni tanto sfiorano le regioni alpine, ciò spiega la saltuaria instabilità atmosferica pomeridiana. Più a sud l’anticiclone atlantico si espande lungo i paralleli, ad oriente, dalla Spagna all’Italia ed oltre garantendo cieli

Clima estivo fino ad inizio luglio, rischio temporali pomeridiani ridotto al minimo, temperature in aumento.

Immagine
Su molti centri urbani umbri, anche dei più grandi, quest’anno ancora non sono state registrate temperature di 30°C o superiori, ci stiamo comunque avvicinando progressivamente ed entro il prossimo fine settimana saranno possibili un po’ ovunque. Ieri, ad esempio, le temperature massime hanno toccato i 32°C a Terni, 30°C a Foligno (non ovunque), 29°C a Perugia S.Egidio e Città di Castello, sulle località collinari appenniniche come Gualdo Tadino non si è arrivati a 28°C, toccati i 30°c invece sulle sponde del Trasimeno, in generale comunque temperature prossime alle medie del periodo con umidità non elevatissima nonostante le piogge dei giorni scorsi. Da inizio settimana un promontorio anticiclonico subtropicale si è infatti affermato sopra l’Europa occidentale, avanzando poi progressivamente verso l’Italia e soprattutto verso nord, fin sopra la Scandinavia dove attualmente si rilevano i valori di pressione più elevati. Le grandi circolazioni depressionarie se ne stanno per ora “tr

Sull’Umbria prossimi giorni con connotati chiaramente estivi anche senza un anticiclone stabile sopra l’Italia

Immagine
Le condizioni atmosferiche iniziano a stabilizzarsi su gran parte d’Italia nonostante gli anticicloni si mantengano ben lontani dal bacino centrale del mar Mediterraneo. Attualmente infatti si ritrovano tra aperto oceano Nord Atlantico e penisola Iberica oppure sul nord Europa, tra Islanda e Mar di Norvegia o Russia nord occidentale, più a sud una fascia depressionaria che dalla Groenlandia scende sull’Inghilterra per poi estendersi attraverso l’Europa centrale ed orientale fin sui paesi che si affacciano sul mar Caspio. L’Italia, comunque, ora non è più obbiettivo d’impulsi di aria fresca nord atlantica in entrata diretta dalla Francia, anzi, nelle ultime ore la pressione atmosferica sulla nostra penisola tende lievemente ad aumentare per un primo timido tentativo di espansione verso oriente dell’anticiclone atlantico, dalla Spagna, attraverso il bacino centro occidentale del mar Mediterraneo. Nulla di che ma sufficiente a favorire un miglioramento atmosferico un po’ su tutta l’Ital