Clima estivo fino ad inizio luglio, rischio temporali pomeridiani ridotto al minimo, temperature in aumento.


Su molti centri urbani umbri, anche dei più grandi, quest’anno ancora non sono state registrate temperature di 30°C o superiori, ci stiamo comunque avvicinando progressivamente ed entro il prossimo fine settimana saranno possibili un po’ ovunque. Ieri, ad esempio, le temperature massime hanno toccato i 32°C a Terni, 30°C a Foligno (non ovunque), 29°C a Perugia S.Egidio e Città di Castello, sulle località collinari appenniniche come Gualdo Tadino non si è arrivati a 28°C, toccati i 30°c invece sulle sponde del Trasimeno, in generale comunque temperature prossime alle medie del periodo con umidità non elevatissima nonostante le piogge dei giorni scorsi.
Da inizio settimana un promontorio anticiclonico subtropicale si è infatti affermato sopra l’Europa occidentale, avanzando poi progressivamente verso l’Italia e soprattutto verso nord, fin sopra la Scandinavia dove attualmente si rilevano i valori di pressione più elevati. Le grandi circolazioni depressionarie se ne stanno per ora “tranquille” sopra l’oceano Nord Atlantico mentre una più blanda ma comunque vivace circolazione depressionaria interessa l’Europa orientale e parte dei settori centrali del nostro continente. Proprio un impulso di aria fredda, presente soprattutto in quota, legato alla circolazione depressionaria sull’Europa orientale, nelle prossime ore scenderà dalla Polonia fin sopra l’Austria, avvicinandosi all’Italia. Questo avvicinamento causerà, tra il pomeriggio odierno e domani giovedì 25 giugno, un moderato aumento dell’instabilità atmosferica sulle regioni alpine, instabilità atmosferica decisamente minore lungo l’Appennino dove eventuali fenomeni piovosi risulteranno isolati e di breve durata. Venerdì 26 giugno poi, l’impulso freddo, invece di procedere ulteriormente verso sud ed investire in pieno l’Italia, devierà la sua traiettoria verso occidente. Questo cambio di rotta avverrà a causa del rafforzamento dell’anticiclone sopra la Scandinavia ed il contemporaneo calo della pressione atmosferica tra Inghilterra e Francia. In pratica l’impulso di aria fredda seguirà la strada più facile, attirato ad occidente dal calo pressorio e da un sistema depressionario più ampio centrato ad ovest dell’Irlanda. Durante il prossimo fine settimana poi, la grande circolazione depressionaria nord atlantica avanzerà verso Inghilterra e Scandinavia relegando l’alta pressione sulla Russia sud occidentale ed Europa orientale, al contempo permetterà all’anticiclone stazionante ad ovest della penisola iberica di estendersi verso il mar Mediterraneo centrale e congiungersi con l’area anticiclonica presente sull’Europa orientale. Sull’Italia quindi, a parte un lieve calo pressorio in quota nelle prossime 36 ore, avremo ancora circolazione atmosferica generalmente anticiclonica che garantirà sole e temperature in costante aumento soprattutto al centro sud.
Sull’Umbria oggi mercoledì 24 e domani giovedì 25 giugno prevarrà il sole, qualche locale nube cumuliforme potrà svilupparsi nel pomeriggio in Appennino quando sarà possibile anche qualche isolato rovescio, tutto comunque poco significativo. Da venerdì 26 giugno fino a martedì 30 giugno ancora molto sole con temperature in ulteriore aumento, probabilmente entro l’inizio della prossima settimana raggiungeremo temperature massime circa 3°C superiori alle attuali. Venti deboli, generalmente sud occidentali.
L’onda calda alla quale abbiamo fatto cenno anche negli ultimi nostri aggiornamenti, probabilmente, sul centro Italia non raggiungerà un’intensità elevata come qualche modello ha ipotizzato fino a ieri. Sull’Umbria, forse, tra domenica 28 giugno e venerdì 3 luglio, raggiungeremo i 35°C/36°c solo sulla conca ternana, per il resto valori massimi compresi tra 31°C e 34°C. Poi forse una breve fase temporalesca che riporterà i valori delle temperature, temporaneamente, in linea o leggermente sotto le medie del periodo, ma di questa eventualità parleremo nei prossimi aggiornamenti.
Qui di seguito l’ultima animazione di stamattina delle immagini satellitari al visibile.


Commenti

Post popolari in questo blog

Rapido passaggio di un impulso freddo nord atlantico con locali temporali e temporaneo, moderato calo termico

Temperature ancora in aumento fino a giovedì 2 luglio poi qualche temporale con temporaneo calo termico