Post

Giugno instabile ma estate a rischio intense ondate di caldo con brevi ma violenti break temporaleschi

Questo nostro editoriale è stato rimandato per più giorni semplicemente perché abbiamo preferito concentrarci su articoli descrittivi dell’evoluzione atmosferica prevista sul breve o medio periodo, con solo qualche sguardo sul lungo. Abbiamo tralasciato le tendenze pluri settimanali o mensili perchè ci lasciavano spesso perplessi nei loro probabili risvolti e quindi nelle loro conclusioni. Col senno di poi forse abbiamo fatto bene, il mese di maggio era atteso piovoso, grazie ad un tardivo final warming del Vortice Polare, dovevamo avere anticicloni stazionanti sul nord Europa e perturbazioni atlantiche costrette ad entrare in maniera perentoria sul bacino centro occidentale del mar Mediterraneo con prevedibili frequenti fasi piovose sull’Italia. Così non è stato, o almeno non lo è stato per gran parte d’Italia, in particolare per il centro rimasto con precipitazioni ben sotto media, solo al nord ovest le piogge sono risultate sopra media. Gli anticicloni tra isole inglesi e Scandinav…

Dal 21 settembre, progressivamente, arrivano le piogge ed il calo termico, si torna nella norma dal 25 settembre.

Immagine

Clima sostanzialmente estivo fino almeno al 18 settembre, qualche locale temporale tra venerdì 11 e sabato 12 settembre

Immagine

Fino a giovedì 10 settembre piogge significative solo al nord, Sardegna, Sicilia, altrove rovesci e temporali isolati.

Immagine
L’anticiclone atlantico ci ha regalato un primo settimana di settembre chiaramente estivo, con cielo sereno da nord a sud e temperature massime spesso sopra i 30°C. Ora però la situazione sta cambiando, almeno a livello circolatorio, in primis perché un piccolo impulso di aria fresca in quota sta spostando dalla Tunisia alla Sicilia ma soprattutto perché un più corposo nucleo di aria fredda nord atlantica nelle prossime ore scenderà dall’Inghilterra sulla Francia, sfiorando le regioni nord occidentali italiane, per poi collocarsi sopra il Bacino occidentale del mar Mediterraneo, per le prime ore di martedì 8 settembre avremo un centro depressionario in quota sopra le isole Baleari, ad ovest della Sardegna, più a nord e più ad ovest alta pressione, l’Italia invece sotto una blanda curvatura depressionaria in quota ed alta pressione a livelo del mare. Una situazione piuttosto complicata fino a 24/48 ore fa quando i modelli ancora faticavano enormemente a capire i movimenti di questo nuc…

In arrivo quattro giorni con molte nubi, piogge, temporali e sensibile calo termico ma l’estate non è finita

Immagine
Il caldo, quello intenso, ha le ore contate, le manovre in atto in queste ore sui settori nord occidentali dell’Europa, preparano per l’Itali una fase instabile/perturbata piuttosto consistente anche se con effetti non uniformi da nord a sud soprattutto in termini di precipitazioni. Le piogge infatti saranno abbondanti o molto abbondanti al nord, soprattutto su Alpi e Prealpi, un po’ meno al centro dove comunque localmente avremo forti temporali con abbondanti precipitazioni, ed ancora un po’ meno al sud, dove comunque, anche qui, ci potremmo assistere a qualche evento di forte intensità. Più generalizzato ed uniforme sarà il calo termico, compreso tra gli 8°C ed i 12°C tra sabato 29 e lunedì 31 agosto, prima al nord, poi al centro ed infine al sud, sulle Alpi centro orientali potremo assistere a qualche nevicata anche sotto i 2000/2200 metri di quota.