Altre 36 ore con debole instabilità atmosferica e calo termico, dal fine settimana sole e temperature in rialzo





Nel pomeriggio di ieri mercoledì 15 luglio si è palesato il lieve disturbo atmosferico, soprattutto in quota, prodotto sull’Italia dalla discesa su Germania  e Polonia del nucleo di aria fredda nord atlantica annunciato nei giorni scorsi. La diminuzione della pressione atmosferica in quota e la notevole presenza di umidità e calore negli strati bassi dell’atmosfera sopra l’Italia, hanno favorito la formazione di nubi cumuliformi con locali rovesci anche temporaleschi. Sull’Umbria anche qualche fenomeno intenso ma comunque abbastanza localizzato, in altre regioni invece, soprattutto sull’estremo sud Italia, i temporali, seppur di limitata estensione, sono risultati anche violenti, grazie anche alla presenza del mare caldo che ha fornito alle strutture cumuliformi temporalesche ulteriore energia ed anche alla presenza della corrente a getto con massimi nel pomeriggio proprio sopra la Sicilia nord occidentale.
Nelle prossime ore il nucleo di aria fredda in quota da Germania e Polonia scenderà sulla Repubblica Ceca e domani venerdì 17 mattina sull’Austria, per poi portarsi sulla Bosnia sabato 18 luglio prima di allontanarsi ad oriente. Ciò causerà un ulteriore aumento dell’instabilità atmosferica che al centro nord sarà più evidente dalla prossima notte e nella giornata di domani venerdì 17 luglio con rovesci e temporali più frequenti sul Triveneto, sul centro Adriatico e sabato 18 luglio quasi esclusivamente al sud. Sul centro tirrenico avremo molte nubi ma precipitazioni meno frequenti, non è comunque da escludere qualche temporale anche forte, specie durante le ore centrali della giornata, tra tarda mattinata e pomeriggio. Le temperature scenderanno e da sabato 18 luglio sarà presente anche la tramontana.
Sulla nostra regione cielo nuvoloso nel pomeriggio odierno ma precipitazioni isolate, probabilmente meno frequenti per non dire probabili di ieri, questo a causa della presenza di aria secca in quota con correnti nord occidentali. Aria più umida in quota affluirà poi dalla tarda serata odierna e dalla prossima notte temporali si formeranno sull’alto Adriatico per poi scendere fin sul nord della nostra regione nella mattinata di domani, comunque indeboliti. Tra la tarda mattinata ed il pomeriggio di domani venerdì 17 luglio molte nubi con piogge sparse, anche a carattere di rovescio, più frequenti lungo l’Appennino. Da dopo le 17 progressivo miglioramento da nord con ampi rasserenamenti dalla serata. Temperature in calo, venti provenienti da nord poi nord est con qualche rinforzo. Sabato 18 luglio qualche nube ma prevalenza di sole con un po’ di tramontana e temperature in rialzo, aumento termico ancor più consistente da domenica 19 luglio con decisa attenuazione della tramontana.
Da lunedì 20 fino almeno a giovedì 23 luglio alta pressione con sole e temperature in aumento soprattutto al centro sud, maggiore instabilità sulle regioni alpine interessate da correnti più fresche occidentali.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per il primo pomeriggio di martedì 21 luglio 2020.

Commenti

Post popolari in questo blog

Peggioramento rapido ma significativo, pochi temporali ma anche forti, calo termico più consistente

Giugno instabile ma estate a rischio intense ondate di caldo con brevi ma violenti break temporaleschi

Lunedì 24 agosto alcuni temporali e fine del caldo intenso, da sabato 29 agosto probabile primo colpo serio all’estate