Settimana che parte con sole e temperature in salita, onda calda di nuovo “stoppata” da impulsi freschi nord atlantici





Sull’Italia l’estate continua con caratteristiche mediterranee, una quasi normalità che nell’ultimo decennio avevamo pressoché dimenticato a causa di figure bariche che hanno condizionato per lunghi periodi la circolazione atmosferica sullo scenario euro atlantico mediterraneo. Stiamo parlando dell’anticiclone afro mediterraneo responsabile negli ultimi anni delle più intense ondate di caldo dell’ultimo secolo. Quest’anno, finora, ogni tentativo di un promontorio afro mediterraneo di ergersi ed espandersi sull’Italia, è stato praticamente “stoppato” dalla discesa sull’Italia di un impulso di aria fresca nord atlantica che ha prodotto temporali e determinato un calo delle temperature prima che raggiungessero valori molto elevati. Anche nei prossimi giorni questa storia si ripeterà.
Attualmente, infatti, sul bacino centro occidentale del mar Mediterraneo si sta rafforzando, sia in quota che a livello del mare, una circolazione anticiclonica, sull’Italia domani martedì 21 luglio avremo valori pressori intorno ai 1020 mb, ancor più robusta la circolazione anticiclonica in quota. Ciò garantisce sole e temperature in aumento, con ventilazione in calo e quindi aria più umida nelle conche e nelle valli. Questa situazione resterà praticamente immutata fino a mercoledì 22 luglio quando in Italia raggiungeremo i valori massimi di temperatura, al centro sud avremo massime anche superiori ai 35°C, poi le correnti più fresche nord atlantiche inizieranno a scendere di latitudine con conseguente calo della pressione atmosferica in quota ed instabilità atmosferica in aumento ad iniziare dai settori alpini. Giovedì 23 luglio qualche isolato temporale pomeridiano si formerà anche sull’Appennino centro settentrionale mentre venerdì 24 luglio l’arrivo sulla Francia meridionale di un più corposo impulso perturbato nord atlantico causerà un più deciso peggioramento atmosferico sul nord Italia con temporali anche forti, temporali pomeridiani in lieve aumento anche al centro. Tra la tarda serata di venerdì 24 e la giornata di sabato 25 luglio il peggioramento atmosferico dovrebbe farsi più consistente anche al centro con rovesci e temporali sparsi, localmente intensi, specie sulle regioni adriatiche e lungo l’Appennino. Temperature in calo. Domenica 26 luglio perturbazione in allontanamento ad oriente con ritorno del sole praticamente su tutta l’Italia e temperature in aumento, poi tra il tardo pomeriggio e la serata una nuova perturbazione nord atlantica sfiorerà le regioni alpine dove avremo ancora rovesci e temporali sparsi, sul centro Italia solo una debole instabilità atmosferica pomeridiana in Appennino nella giornata di lunedì 27 luglio.
Sull’Umbria sole e temperature in progressivo aumento fino a mercoledì 22 e giovedì 23 luglio quando potranno essere raggiunti valori massimi anche intorno ai 35°C, specie nella conca ternana. Poi pian piano instabilità atmosferica in aumento con qualche locale temporale pomeridiano possibile già giovedì 23 ma più probabile venerdì 24 luglio. La giornata peggiore però potrebbe essere quella di sabato 25 luglio con molte nubi fin dal mattino, rovesci e temporali sparsi, che in qualche caso potranno risultare intensi. Entro la serata di sabato 25 luglio deciso miglioramento atmosferico, domenica 26 luglio prevalenza di sole con qualche nube ed addensamento pomeridiano ma scarso rischio pioggia, temperature in aumento. Venti deboli o moderati prevalentemente sud occidentali, tra sabato 25 e domenica 26 luglio temporaneamente settentrionali.

La debole instabilità atmosferica pomeridiana lungo l’Appennino potrebbe protrarsi anche nelal giornata di martedì 28 luglio, comunque sia, in seguito, è attesa una nuova fase anticiclonica con temperature in rialzo fin su valori superiori a quelli attesi per questa settimana ma ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.
 
La grafica qui di seguito mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sopra l’Italia per le primissime ore di sabato 25 luglio 2020.

Commenti

Post popolari in questo blog

Peggioramento rapido ma significativo, pochi temporali ma anche forti, calo termico più consistente

Giugno instabile ma estate a rischio intense ondate di caldo con brevi ma violenti break temporaleschi

Rapido passaggio di un impulso freddo nord atlantico con locali temporali e temporaneo, moderato calo termico