Da domani mercoledì 14 ottobre torna la pioggia, stavolta abbondante, poi da domenica 18 alta pressione con sole e rialzo termico.

 Se la precedente perturbazione giunta sull’Italia ha portato scarse precipitazioni sull’Umbria a causa dell’intrusione di aria più secca in quota di cui abbiamo parlato nei precedenti articoli, la nuova perturbazione attesa per domani sulla nostra penisola vedrà l’Umbria tra le regioni maggiormente interessate da precipitazioni. Intanto la scorsa notte, grazie sia ad un po’ di nuvolosità ed una residua tramontana, le temperature non sono scese in maniera particolarmente vertiginosa raggiungendo valori già toccati nei giorni scorsi, compresi generalmente tra i 5°C ed i 10°C in tutti i principali centri cittadini umbri. Oggi poi la presenza di un soleggiamento prolungato ed una rotazione dei venti che tenderanno a divenire meridionali, favorirà un aumento delle temperature massime su tutta la nostra regione.

Veniamo però ora all’evoluzione atmosferica attesa per domani mercoledì 14 ottobre e per i giorni successivi. Attualmente osserviamo una vasta circolazione depressionaria che interessa gran parte del continente europeo e del bacino del mar Mediterraneo, dall’Irlanda al mar Nero, dalla Finlandia ala Tunisia, con centri depressionari principali posizionati, sia un quota che a livello del mare, sopra la Francia settentrionale ed Ungheria. Sull’Italia abbiamo correnti fresche e relativamente asciutte nord occidentali, più stabili al nord e centro tirrenico, ancora debolmente instabili al sud ed in maniera minore sul centro adriatico. Nelle prossime ore il centro depressionario presente sul nord della Francia tenderà a scendere verso sud fino a raggiungere il bacino occidentale del mar Mediterraneo ed a produrre, domani mercoledì 14 ottobre, un nuovo minimo di pressione a livello del mare nei pressi della Sardegna. Le correnti sull’Italia si orienteranno nuovamente da sud ovest divenendo progressivamente più instabili. Il nuovo centro di bassa pressione a livello del mare durante le prime ore di giovedì 15 ottobre, risalendo verso nord est, si approfondirà fin sui 1000 mb e raggiungerà l’Emilia Romagna per poi indebolirsi e spostarsi lentamente verso oriente solo a partire dalla serata seguente. Durante questa fase porterà condizioni atmosferiche molto instabili se non perturbate su gran parte del territorio italiano, in particolare sui settori tirrenici centro settentrionali, Emilia Romagna, Triveneto ed in maniera minore su Lombardia ed al sud. 



Il fulcro del sistema depressionario si allontanerà dall’Italia solo a partire da venerdì 16 ottobre ma sulla nostra penisola persisterà una blanda circolazione depressionaria fino a sabato 17 ottobre mantenendo attiva una debole o localmente moderata instabilità atmosferica. Sull’Umbria nubi in aumento già a partire dalla mattinata di mercoledì 14 ottobre con possibili prime, locali, brevi piogge, anche a carattere di rovescio. Le precipitazioni più diffuse ed intense arriveranno dalla serata, insisteranno poi a fasi alterne per gran parte della giornata di giovedì 15 ottobre con un parziale miglioramento solo dalla serata con attenuazione delle precipitazioni e nubi in calo. Temperature minime in lieve aumento, massime in calo, venti deboli o moderati sud occidentali. Venerdì 16 e sabato 17 ottobre ancora molte nubi con locali piogge, comunque in ulteriore attenuazione, più probabili durante le ore pomeridiane, temperature in lieve aumento, venti deboli o localmente moderati provenienti dai quadranti occidentali. Da domenica 18 ottobre in poi, con l’allontanamento ad oriente del sistema depressionario,  pressione atmosferica in aumento sopra l’Italia a tutte le quote atmosferiche con instaurazione di una blanda circolazione depressionaria che comunque garantirà condizioni atmosferiche prevalentemente stabili e soleggiate per qualche giorno con rialzo termico. 

 


Le temperature aumenteranno soprattutto da lunedì 19 e martedì 20 ottobre in poi, grazie soprattutto all’attivazione di correnti meridionali legate ad un vasto sistema depressionario stazionante tra bacino occidentale del mar Mediterraneo ed oceano Atlantico. Probabilmente le precipitazioni sulle regioni centrali italiane non torneranno prima di giovedì 22 ottobre. Sulla nostra regione condizioni atmosferiche stabili con prevalenza di sole da domenica 18 fino almeno a mercoledì 21 se non giovedì 22 ottobre, venti inizialmente deboli meridionali poi sud occidentali in intensificazione. Le temperature saliranno fin sui 18°C/20°C tra domenica 18 e lunedì 19 ottobre poi un ulteriore aumento nei giorni successivi tanto che per metà della prossima settimana sarà possibile registrare temperature tra i 22°C ed i 25°C in molti dei principali centri cittadini umbri.

 


 

Commenti

Post popolari in questo blog

Giugno instabile ma estate a rischio intense ondate di caldo con brevi ma violenti break temporaleschi

Peggioramento rapido ma significativo, pochi temporali ma anche forti, calo termico più consistente

Lunedì 24 agosto alcuni temporali e fine del caldo intenso, da sabato 29 agosto probabile primo colpo serio all’estate