Oggi ultimo giorni di caldo, da domani temporali e temperature in calo, migliora nel prossimo fine settimana

 Giorno dopo giorno i modelli confermano quanto da noi ipotizzato la scorsa settimana, ossia un break temporalesco estivo di metà luglio che rinfrescherà in maniera decisa l’aria su gran parte d’Italia e porterà piogge in zone dove ce n’è oggettivamente bisogno. Naturalmente essendo in piena estate non saranno piogge risolutive pe le aree dove la siccità è più pesante e neanche precipitazioni di lunga durata, però in generale saranno un qualcosa di molto utile alla vegetazione, anche in ottica rischio incendi. Da mettere in conto, purtroppo, qua e la, anche fenomeni di forte intensità, data la consistenza del nucleo di aria fredda nord atlantica in arrivo che transiterà in una superficie marina e terrestre molto calda, quindi con notevoli contrasti termici. In questo articolo non parleremo in specifico ne di aree maggiormente a rischio temporali perché è ancora un po’ presto, cercheremo di focalizzare l’attenzione sulle traiettorie probabili dell’impulso freddo e di quando, più o meno, avremo le fasi d’instabilità più marcata ed infine stimeremo il calo termico atteso. Stamattina infatti, i due principali modelli meteorologici, l’americano GFS e l’europeo ECMWF, sono abbastanza concordi nelle dinamiche fino a venerdì 16 luglio, poi il primo sceglie una risoluzione abbastanza rapida di questa fase instabile mentre l’europeo si trascina per qualche ora in più, comunque , ad oggi, entrambi ipotizzano un miglioramento entro il prossimo fine settimana con risalita delle temperature e prevalenza di sole un po’ su tutto il centro nord.

In queste ore, mentre sull’Italia è in corso una nuova, breve ondata di caldo, un nucleo freddo nord atlantico ben evidente in quota dato che si misurano temperature fino a -24°C a 5650 m s.l.m., sta entrando sulla Francia da ovest, quindi attraverso le coste atlantiche francesi occidentali, entro stasera si porterà nel cuore della Francia alimentando una circolazione depressionaria a livello del mare in approfondimento sopra le Alpi occidentali. Oggi quindi sono attese quindi molte nubi con rovesci e temporali sparsi sulla Francia che dal tardo pomeriggio inizieranno ad interessare anche le Alpi, in serata e nottata potremo assistere alla formazione di un intenso fronte temporalesco che va dal nord ovest italiano fino al Belgio, in avanzamento verso est. Anche sul resto del nord Italia, Toscana e Sardegna nubi in aumento con qualche locale pioggia, anche a carattere di rovescio o temporale, durante le prossime ore notturne, grazie all’intensificazione di correnti umide ed instabili sud occidentali. Domani martedì 13 luglio in nucleo freddo in quota, leggermente indebolito, si porterà sopra la Francia sud orientale, alimentando un sistema depressionario, presente a tutte le quote atmosferiche, centrato tra Marsiglia e la Liguria, con pressione a livello del mare fin sui 1000 mb, l’Italia centro settentrionale sarà investita da correnti umide e progressivamente più instabili, mentre al sud ancora caldo e prevalenza di sole. Il nord Italia fin dal mattino avrà condizioni atmosferiche instabili o perturbate con molte nubi e piogge frequenti, spesso a carattere di rovescio o temporale, su gran parte del centro Italia invece nubi in ulteriore aumento ma scarso rischio precipitazioni fino alla tarda mattinata, solo le coste toscane saranno interessate da temporali di una cera consistenza. Nel pomeriggio ed in serata i temporali interesseranno progressivamente anche molte altre zone del centro Italia e potranno risultare anche di forte intensità. Probabilmente sull’Umbria, transiteranno da ovest uno o due fronti temporaleschi tra il pomeriggio e la serata, con molti fulmini, raffiche di vento, piogge anche violente e purtroppo elevato rischio grandine. 

 

Mercoledì 14 luglio il nucleo freddo in quota invece di procedere verso est/sud est, risalirà verso nord/nord est, portandosi tra Svizzera e Baviera, ciò favorirà un miglioramento atmosferico un po’ su tutta l’Italia, solo i settori alpini centro orientali resteranno interessate da precipitazioni di una certa consistenza. Le temperature inizieranno a calare già da domani martedì 13 luglio ma sarà mercoledì 14 luglio che si sentirà la differenza nonostante il ritorno del sole, sulla nostra regione anche 10°C in meno rispetto ad oggi. Giovedì 15 luglio il nucleo freddo in quota, ulteriormente indebolito ma ancora consistente, tornerà sui suoi passi, posizionandosi sopra il Piemonte, in serata sopra la Liguria per poi transitare sopra le regioni centrali italiane nella giornata di venerdì 16 luglio. 

 


Ciò comporterà un nuovo peggioramento atmosferico giovedì 15 luglio mattina sul nord Italia, nel pomeriggio/sera anche al centro con rovesci e temporali prima sulal Toscana poi sulle altre regioni. Le condizioni atmosferiche instabili/perturbate, probabilmente andranno di pari passo con il transito sulle regioni centrali di nucleo freddo in quota, quindi probabilmente avremo nubi e precipitazioni fino al pomeriggio di venerdì 16 luglio poi tendenza a miglioramento da nord ovest, a partire quindi dalla Toscana. 

 


Venerdì 16 luglio potrebbe essere la giornata con le temperature massime più basse, su valori anche sotto le medie del periodo. Successivamente, come abbiamo anticipato, i modelli non sono ancora molto concordi, prendendo però la visione più ottimistica, potremo osservare il lento spostamento dell’intero sistema depressionario prima sopra l’Adriatico ed entro domenica 18 luglio sopra i Balcani. 

 


Se così andasse persisterà una vivace instabilità atmosferica con molte nubi e  piogge soprattutto sulle regioni adriatiche ed in Appennino mentre più ad ovest tornerà il sole con una tramontana fresca, comunque ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.

Commenti

Post popolari in questo blog

Neve e freddo in arrivo sull’Umbria nel fine settimana

Il gelo alle porte dell’Italia ma almeno fino a metà mese li resterà

Da stasera nevicate su gran parte dell’Umbria, fine settimana molto freddo. Attenzione al ghiaccio.