Due intense perturbazioni nord atlantiche porteranno ancora piogge ed un corposo calo termico nel fine settimana

Vivace instabilità atmosferica soprattutto sull’Italia centro settentrionale ed anche quindi sull’Umbria da domenica scorsa 20 settembre, situazione prodotta da un’ampia ma non di certo profonda circolazione depressionaria di origine atlantica che interessa gran parte dei settori euro mediterranei centro occidentali. Essendo prevalentemente instabilità atmosferica con formazione di cumulonembi temporaleschi, di pomeriggio soprattutto sulla terra ferma e di notte soprattutto in mare, le precipitazioni non risultano regolari ed in pochi chilometri si possono registrare accumuli che vanno da 5 a 70 mm. I temporali infatti colpiscono in maniera più significativa sulle aree dove si formano o subito seguenti la propria traiettoria, poi tendono ad indebolirsi ed a dissolversi con le precipitazioni che diventano man mano meno intense, poi deboli fino a cessare completamente. Un’altra caratteristica di questa fase instabile è la scarsità di ventilazione, proprio perché la circolazione atmosferica è ampia e poco profonda, le isobare sono distanti tra loro e quindi i venti sono deboli con temporanei rinforzi, nelle aree colpite da temporali, raffiche dovute a movimenti ascendenti e discendenti all’interno della struttura temporalesca. La ventilazione debole od assente comporta anche la presenza di nebbie mattutine e banchi di nubi basse, anche a causa dell’elevata umidità delle correnti sud occidentali unita ai terreni bagnati.

Oggi martedì 22 e domani mercoledì 23 settembre situazione pressoché stazionaria, quindi ancora rovesci sparsi e locali temporali soprattutto al centro nord, da giovedì 24 settembre poi l’attuale blanda circolazione depressionaria verrà assorbita da una più ampia ed intensa circolazione depressionaria centrata tra Inghilterra e Norvegia meridionale che, muovendosi verso est sud est interesserà poi direttamente l’Italia con due intense perturbazioni, la prima venerdì 25 e la seconda domenica 27 settembre. 

 


Tra l’altro lo spostamento verso oriente dell’intero sistema depressionario a capo di queste due perturbazioni, farà si che nel fine settimana le correnti si orienteranno prima da nord ovest poi da nord favorendo l’afflusso di una cospicua quantità di aria fredda artica nord atlantica con conseguente deciso calo delle temperature tanto che sulle Alpi potrebbe nevicare fin sui 1000/1200 metri di quota ed in appennino 1800/2000 metri. 

 


Miglioramento atmosferico entro la giornata di martedì 29 settembre con allontanamento ad oriente della perturbazione ed avanzamento da occidente di una circolazione anticiclonica.

 


Per quanto riguarda l’Umbria oggi martedì 22 e domani mercoledì 23 settembre ancora vivace instabilità atmosferica prevalentemente pomeridiana, tra la tard mattinata ed il pomeriggio, durante le ore più calde quindi, saranno più frequenti rovesci sparsi e locali temporali, anche intensi, qualche isolato rovescio o temporale ma anche qualche pioggia più debole, saranno comunque possibili anche di notte ed al primo mattino. Giovedì 24 settembre poi l’instabilità atmosferica andrà temporaneamente attenuandosi, in concomitanza con l’assorbimento dell’attuale blanda circolazione depressionaria da parte della più intensa circolazione depressionaria nord atlantica, sul centro Italia aumenterà leggermente la pressione atmosferica. Qualche locali rovescio od isolato temporale sarà comunque possibile nel pomeriggio ed in serata. Venerdì 25 settembre transito della prima perturbazione nord atlantica con formazione di un più profondo centro depressionario sopra il nord Italia in scivolamento verso il medio mar Adriatico. Sull’Umbria ci saranno precipitazioni ed un rinforzo del vento, prima da sud ovest poi da nord est ma è ancora presto per la stima delle precipitazioni. Avremo molte nubi e frequenti piogge, ad oggi sembra più abbondanti sul sud della regione. Sabato 26 settembre le nubi più intense e le precipitazioni tenderanno a concentrarsi lungo l’Appennino con schiarite in avanzamento da ovest, temperature in calo. Domenica 27 settembre transito di una seconda perturbazione con probabile nuovo centro depressionario sopra le regioni centrali italiane, anche in questo caso però difficile fin da ora stabilire quanto pioverà, di certo è atteso un ulteriore calo termico con temperature massime circa 5°C sotto le medie del periodo. Migliora da lunedì 28 settembre con ritorno del sole e temperature in rialzo da martedì 29 settembre. 

Serviranno comunque degli aggiornamenti nelle prossime news per stabilire con maggiore esattezza gli effetti sull’Umbria delle due perturbazioni del fine settimana.

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Giugno instabile ma estate a rischio intense ondate di caldo con brevi ma violenti break temporaleschi

Peggioramento rapido ma significativo, pochi temporali ma anche forti, calo termico più consistente

Lunedì 24 agosto alcuni temporali e fine del caldo intenso, da sabato 29 agosto probabile primo colpo serio all’estate