Domenica 27 settembre con tanta pioggia, da martedì 29 settembre un po’ di sole. Ad inizio ottobre ancora piogge.

 Ultima decade di settembre con tanta pioggia un po’ per tutta l’Umbria, in alcuni casi, in meno di una settimana, sono già stati superati gli accumuli medi attesi per l’intero mese di settembre, in quasi la totalità della nostra regione probabilmente verranno superati entro lunedì 28 settembre. Ma perché così tanta pioggia dopo le due prime decadi di settembre asciutte e calde ed un’estate lo stesso calda e poco piovosa soprattutto nella seconda parte? In poche parole intorno al 20 settembre si è completamente rivoluzionato lo schema barico consolidatosi sui settori euro atlantico mediterranei nella seconda parte dell’estate e si è ritornati ad uno schema molto simile a quello visto in giugno, praticamente quasi siamo ripartiti da dove eravamo rimasti a giugno. Ciò non avviene a caso, se avete letto il nostro editoriale di inizio giugno ci sono delle variabili, “forzanti” climatiche che spingono verso una tipologia di circolazione, se ad un tratto vengono progressivamente a mancare lo schema cambia com’è accaduto in luglio, poi però se queste forzanti sono molto legate alla stagionalità, a fine settembre possono ripresentarsi e ricostituire lo schema abbandonato in precedenza, quello di giugno appunto, legato, come spiegato in maggio, al tardivo decadimento del Vortice Polare.

A parte questa dovuta premessa, anche oggi i principali modelli meteorologici sembrano concordare sulla traiettoria che seguirà la perturbazione che durante la prossima notte raggiungerà la Sardegna e poi penisola italiana. Durante la mattinata di domani domenica 27 settembre un vortice depressionario, alimentato in quota da aria fredda nord atlantica e centrato al suolo inizialmente sulle Bocche di Bonifacio, si sposterà dalla Sardegna settentrionale attraverso il mar Tirreno fin sopra il grossetano che raggiungerà nel primissimo pomeriggio, successivamente, durante il pomeriggio, risalirà verso est/nord est, transitando sopra l’Umbria, fino a posizionarsi sopra Ancona in serata/nottata. Durante questo tragitto si approfondirà ulteriormente tanto che la pressione atmosferica potrebbe scendere sotto i 995 mb, valori di tutto rispetto, ciò comporterà condizioni atmosferiche da instabili a perturbate soprattutto al centro sud con molte piogge, anche abbondanti, spesso a carattere di rovescio o temporale, venti forti prima lungo le coste tirreniche poi su quelle adriatiche. Lunedì 28 settembre il centro depressionario si sposterà sull’alto Adriatico e perderà rapidamente vigore con pressione atmosferica in risalita, entro sera inizierà ad allontanarsi verso oriente. Il miglioramento atmosferico comunque sarà evidente già durante la mattinata di lunedì 28 settembre su gran parte d’Italia, specie sulle regioni più occidentali. Temperature in calo, ancora neve sulle Alpi fin sui 1500/1800 metri di quota, a queste quote o poco sopra qualche fiocco potrà scendere anche sull’Appennino centrale.

 

 

Giornate più stabili ed in parte soleggiate quelle tra martedì 29 e mercoledì 30 settembre grazie ad un blando promontorio anticiclonico.

 


Mentre da giovedì 1° ottobre pressione atmosferica di nuovo in progressivo calo per l’avvicinamento all’Italia da nord ovest di una vasta ed intensa circolazione depressionaria nord atlantica con intensificazione delle correnti miti ed umide meridionali, nuvolosità in aumento e qualche pioggia, probabilmente però di perturbazioni di una certa consistenza non se ne vedranno fino al fine settimana quando però, poi, entreremo in auna nuova fase instabile/perturbata probabilmente di lunga durata. 

 


 

Sull’Umbria ancora sole e caldo fino a domenica 20 settembre, nel fine settimana cesseranno i venti settentrionali oggi giornata sostanzialmente soleggiata, relativamente fresca, con qualche addensamento nuvoloso pomeridiano possibile lungo l’Appennino e sul su della regione dove non si escludono isolate, brevi piogge. Domani domenica 27 settembre invece cielo coperto per l’intera giornata con prime piogge da sud ovest fin dal mattino, il clou delle precipitazioni però è atteso tra la tarda mattinata e la prima serata. Temperature in ulteriore calo, venti inizialmente vivaci meridionali poi si attenueranno con l’aumentare delle precipitazioni, dalla sera venti settentrionali in intensificazione. Lunedì 28 settembre ancora molte nubi ma più irregolari, con qualche locale, residua pioggia, soprattutto sul sud dell’Umbria ed in Appennino, migliora in maniera più decisa dalla sera. Temperature ancora basse, sotto le medie del periodo, venti da deboli a moderati provenienti da nord o nord ovest. Martedì 29 e mercoledì 30 settembre prevalenza di sole con scarsa ventilazione e temperature in aumento, probabili nebbie al mattino. Ulteriori aggiornamenti nelle nostre pagine social.

Commenti

Post popolari in questo blog

Giugno instabile ma estate a rischio intense ondate di caldo con brevi ma violenti break temporaleschi

Peggioramento rapido ma significativo, pochi temporali ma anche forti, calo termico più consistente

Lunedì 24 agosto alcuni temporali e fine del caldo intenso, da sabato 29 agosto probabile primo colpo serio all’estate