Lunedì 24 agosto alcuni temporali e fine del caldo intenso, da sabato 29 agosto probabile primo colpo serio all’estate

 L’ondata di caldo in corso sull’Italia è intensa ma non la peggiore dell’estate e non poteva non essere così semplicemente perché siamo nella terza decade di agosto e le ore di soleggiamento sono diminuite in maniera evidente rispetto a luglio, nonostante ciò, ieri sabato 22 agosto sui principali centri cittadini dell’Umbria sono stati registrati valori massimi in gran parte compresi tra 34°C e 38°C. Questo caldo comunque è destinato ad attenuarsi entro le prossime 48 ore fino addirittura a cessare del tutto entro il prossimo fine settimana  quando le perturbazioni nord atlantiche potrebbero iniziare a percorrere traiettorie più meridionali non limitandosi più ad interessare prevalentemente le regioni alpine ma in maniera più diretta anche il centro sud Italia.

Attualmente l’Itali è interessata da una fascia di anticicloni che si estende dall’oceano Nord Atlantico davanti al Portogallo fin sulla Russia occidentale con una debole discontinuità solo sulle regioni alpine. Sarà comunque questo “punto debole” che permetterà, nelle prossime ore, ad un impulso di aria fresca nord atlantica di infilarsi, aprire una “breccia” sulla circolazione anticiclonica che domina l’Italia. L’impulso perturbato dopo aver sorvolato le Alpi nella mattinata di domani lunedì 24 agosto raggiungerà le regioni centrali in serata per poi scivolare sopra il sud Italia martedì 25 allontanandosi definitivamente sulla Grecia mercoledì 25 agosto. L’impulso di aria fresca in quota permetterà la formazione di una circolazione depressionaria sopra l’Italia a tutte le quote atmosferiche e durante il suo spostamento dalla Alpi allo Ionio produrrà una buona quantità di nubi cumuliformi con rovesci sparsi e locali temporali che già da oggi pomeriggio/sera interesseranno il nord Italia con qualche isolato fenomeno anche sull’Appennino centro settentrionale, domani lunedì 24 marzo soprattutto la Lombardia, l’Emilia Romagna, il Triveneto ed il centro mentre migliorerà al nord ovest, martedì 25 marzo rovesci e temporali al sud con qualche locale, residua pioggia anche su alcune regioni del centro, soprattutto Abruzzo e Molise. Temperature in moderato calo, entro martedì 25 marzo fino a 5°C/6°C in meno rispetto ad oggi. 

 

Sull’Umbria oggi sole ed ancora caldo, un po’ più di umidità ma anche un po’ di ventilazione da sud ovest, nel pomeriggio potranno formarsi locali nubi cumuliformi in Appennino con possibili isolati rovesci, anche temporaleschi, più probabili sull’alto Appennino umbro marchigiano. Domani lunedì 24 marzo la giornata inizierà ancora con un bel sole, poi però già a metà mattinata inizieranno a formarsi nubi cumuliformi a ridosso dei rilievi montuosi con possibili primi rovesci, più probabili in Appennino e sui rilievi montuosi occidentali al confine con la Toscana. Durante le ore centrali del giorno e nel pomeriggio s’intensificherà al cumulogenesi con rovesci sparsi e locali temporali, possibili anche di forte intensità venendo da un periodo abbastanza umido e soprattutto caldo. In serata e durante le ore notturne successive fenomeni piovosi ancora presenti ma in diminuzione. Temperature minime in lieve aumento, massime in calo, venti inizialmente sud occidentali deboli o moderati poi, dalla sera, settentrionali, qualche temporaneo rinforzo durante i temporali.

Martedì 25 agosto ancora un po’ di nubi e qualche isolata pioggia possibile Appennino al primo mattino ma al tendenza sarà verso un miglioramento con ritorno del sole un po’ ovunque entro il pomeriggio, temperature in ulteriore lieve calo, venti deboli o localmente moderati settentrionali.

 

Mercoledì 26 e giovedì 27 agosto tornerà una circolazione anticiclonica sul bacino centrale del mar Mediterraneo con sole su tutta l’Italia e temperature in aumento, contemporaneamente però, sull’Europa nord occidentale, si preparerà un nuovo “attacco” all’estate italiana. Un vortice depressionario nord atlantico si porterà infatti sopra l’Inghilterra, postandosi poi tra Inghilterra, Francia e Germania giovedì 28 agosto interessando con correnti instabili sud occidentali anche gran parte del nord Italia. Lo stesso sistema depressionario poi, nel fine settimana tra sabato 29 e domenica 30 agosto potrebbe pilotare un più corposo impulso di aria fresca nord atlantica fin sopra la Francia sud occidentale favorendo la formazione di un centro depressionario secondario sopra l’Italia dando inizio ad una fase più instabile e poi anche più fresca su gran parte del bacino centrale del mar Mediterraneo con effetti più evidenti proprio sull’Italia. 

 

Di questa eventualità comunque tratteremo in maniera più specifica ed approfondita nei prossimi aggiornamenti, anche perchè attualmente non c’è un perfetto accordo dei principali modelli meteorologici sull’evoluzione atmosferica prevista, soprattutto su quando si spingerà verso sud questo più corposo impulsod i aria fresca nord atlantica.

Commenti

Post popolari in questo blog

Peggioramento rapido ma significativo, pochi temporali ma anche forti, calo termico più consistente

Giugno instabile ma estate a rischio intense ondate di caldo con brevi ma violenti break temporaleschi