In arrivo quattro giorni con molte nubi, piogge, temporali e sensibile calo termico ma l’estate non è finita

 Il caldo, quello intenso, ha le ore contate, le manovre in atto in queste ore sui settori nord occidentali dell’Europa, preparano per l’Itali una fase instabile/perturbata piuttosto consistente anche se con effetti non uniformi da nord a sud soprattutto in termini di precipitazioni. Le piogge infatti saranno abbondanti o molto abbondanti al nord, soprattutto su Alpi e Prealpi, un po’ meno al centro dove comunque localmente avremo forti temporali con abbondanti precipitazioni, ed ancora un po’ meno al sud, dove comunque, anche qui, ci potremmo assistere a qualche evento di forte intensità. Più generalizzato ed uniforme sarà il calo termico, compreso tra gli 8°C ed i 12°C tra sabato 29 e lunedì 31 agosto, prima al nord, poi al centro ed infine al sud, sulle Alpi centro orientali potremo assistere a qualche nevicata anche sotto i 2000/2200 metri di quota.

Attualmente sull’Italia la circolazione atmosferica è sostanzialmente anticiclonica sia al suolo che soprattutto in quota mentre gran parte dell’Europa occidentale e settentrionale è interessata da una circolazione depressionaria con centro principale sull’Inghilterra ed alimentata da aria fredda nord atlantica. Il centro depressionario inglese nelle prossime 36 ore si sposterà verso ovest portandosi sopra la Danimarca ma, contemporaneamente, piloterà un corposo nucleo di aria fredda nord atlantica sulla Francia in discesa fin sulle coste mediterranee settentrionali tra Spagna orientale e Francia meridionale. L’immediata risposta al contatto dell’aria fredda con l’aria ben più calda ed umida mediterranea, sarà la formazione di un nuovo centro depressionario tra mar Ligure e foce del Rodano con un intenso flusso di correnti meridionali calde, umide e progressivamente più instabili, che investiranno l’Italia a partire dalle regioni nord occidentali. Già dal pomeriggio/sera odierno su Alpi e Prealpi si formeranno i primi temporali di una certa consistenza che poi andranno ad intensificarsi domani con piogge abbondanti e forti temporali un po’ su tutto il nord, dalla Liguria al Friuli Venezia Giulia. Sul resto d’Italia prevalenza di sole, caldo e venti meridionali in intensificazione ma con nubi in aumento dal pomeriggio/sera su Toscana, Sardegna ed Appennino centro settentrionale dove saranno possibili isolati rovesci, anche temporaleschi. 

 



Domenica 30 agosto avremo un lungo sistema depressionario, esteso dalla Scandinavia all’Algeria con più minimi di pressione ed in lento avanzamento verso oriente. Ciò comporterà ancora molte ed abbondanti piogge al nord, specie Lombardia e Trivento, con forti temporali, peggiora anche al centro dove è atteso il transito di un primo fronte temporalesco che in mattinata si sposterà dalla Toscana sull’Umbria per poi interessare in maniera meno organizzata anche il resto del centro, probabili ampie schiarite con temporaneo miglioramento dopo il passaggio del fronte temporalesco, rea il pomeriggio e la serata, inizio calo termico.

Lunedì 31 agosto il sistema depressionario accelererà verso oriente, un centro di bassa pressione con annesso nucleo di aria fresca in quota, transiterà sopra l’Italia. Nubi e piogge investiranno molte regioni con precipitazioni più intense ed abbondanti, spesso a carattere temporalesco, attualmente ipotizzabili tra Lazio, Toscana centro meridionale ed Umbria sud occidentale. Probabilmente si formeranno ammassi temporaleschi sul medio mar Tirreno, a ridosso delle coste tosco laziali, che poi risaliranno verso nord est. Passata questa fase temporalesca “marittima” persisterà fino al tarso pomeriggio una diffusa ma più debole instabilità atmosferica con molte nubi, rovesci sparsi e locali temporali da nord a sud, forse solo parte del nord ovest e della Sicilia ma soprattutto Sardegna e coste del medio Tirreno ne resteranno fuori godendo di un più significativo miglioramento.

Martedì 1° settembre forse la giornata più tranquilla, se di tranquillità si può parlare, per gran parte d’Italia, specie per il centro sud, il centro depressionario con annesso nucleo freddo in quota scivolerà ad est, anche se comunque l’Itali resterà in regime depressionario e sarà da mettere in conto una debole moderata instabilità atmosferica pomeridiana, soprattutto al centro nord, specie sulle zone interne montuose, farà fresco con temperature sotto media.

 


Mercoledì 2 settembre invece è atteso l’arrivo di un ultimo piccolo impulso di aria fresca nord atlantica che raggiungerà l’Italia attraverso la Francia con probabile formazione di un centro depressionario secondario sopra le regioni centro settentrionali. Ciò causerà una generale intensificazione dell’instabilità atmosferica. Ancora c’è un po’ d’incertezza tra i modelli sulla velocità di attraversamento dell’Italia, più sarà veloce meno precipitazioni ci saranno, soprattutto al centro nord. Secondo i modelli europei il passaggio sarà più lento e quindi piovoso, con rovesci frequenti e  locali temporali, mentre per i modelli americani passaggio veloce, entro sera nucleo freddo in quota già sopra l’estremo sud Italia, con solo qualche locale fenomeno, qualcosina in più solo al sud. 

 


Da giovedì 3 settembre pressione atmosferica in aumento con generale miglioramento atmosferico, fine settimana seguente, 5-6 settembre, di nuovo estivo con temperature massime sopra i 30°C anche in alcune località umbre.

Sempre sull’Umbria attualmente si stimano accumuli precipitativi, tra domenica 30 agosto e mercoledì 2 settembre, compresi tra 25 e 60 mm, per essere più precisi però, sia  come quantitativi che come aree più colpite, dovremo scendere sotto le 48 ore dall’evento, quindi ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti, già domani 29 agosto.

Commenti

Post popolari in questo blog

Giugno instabile ma estate a rischio intense ondate di caldo con brevi ma violenti break temporaleschi

Peggioramento rapido ma significativo, pochi temporali ma anche forti, calo termico più consistente

Lunedì 24 agosto alcuni temporali e fine del caldo intenso, da sabato 29 agosto probabile primo colpo serio all’estate