Torna la pioggia, localmente anche in buone quantità, temperature primaverili.

La fase fredda, ma soleggiata, di Pasqua è già archiviata, nelle ultime 48 ore, infatti, le correnti fredde ed asciutte nord orientali sono andate attenuandosi fino a lasciare il posto a più miti ed umide correnti sud occidentali che preannunciano un nuovo cambiamento delle condizioni atmosferiche sul bacino centrale del mar Mediterraneo, sull’Italia e quindi anche sull’Umbria. La circolazione fredda dell’est Europa si sta spostando ad oriente mentre da ovest un sistema perturbato di origine nord atlantica si è portato sopra la penisola iberica e nelle prossime ore avanzerà lentamente verso il bacino centrale del mar Mediterraneo anche se con tendenza a deviare la propria traiettoria verso sud, tanto che nella tarda serata odierna troveremo il minimo di pressione a livello del mare centrato sulla Tunisia. Questo iniziale movimento produrrà una rotazione delle correnti a livello del mare che investono l’Italia, ora da sud mentre stasera da sud est, mentre in quota rimarranno da sud /sud ovest. Le correnti sud orientali non sono le più favorevoli per le precipitazioni sull’Umbria, tant’è che nelle prossime ore assisteremo ad un aumento della nuvolosità ma scarse precipitazioni, concentrate prevalentemente in tarda serata e durante le prime una o due ore dopo la mezzanotte.


Successivamente, sempre nelle ore subito successive alla prossima mezzanotte, il sistema depressionario in lenta discesa sulla Tunisia, verrà agganciato da un po’ più consistente secondo sistema depressionario proveniente dall’oceano Nord Atlantico che prima riporterà su suoi passi, indietreggiandolo verso nord ovest, il centro depressionario tunisino, poi si uniranno insieme formando un’unica vasta area di bassa pressione estesa dall’oceano Atlantico all’Italia con due centri di bassa pressione posizionati, nella serata di giovedì 21 aprile, uno poco ad ovest della galizia e l’altro sulla Sardegna. Ciò comporterà una nuova rotazione delle correnti che a tratti si ripresenteranno da sud/sud ovest, risultando qui
ndi più prolifiche, in termini di precipitazioni, per l’Umbria.


In particolare, sulla nostra regione, sono attese fasi
piovose un po’ più consistenti durante la primissima mattinata di domani giovedì 21 aprile, poi nel tardo pomeriggio fino alla serata sempre di domani, infine primissima mattina di venerdì 22 aprile, successivamente resterà solo un po’ d’instabilità atmosferica con qualche piovasco o rovescio sparso che andranno ad esaurirsi entro la serata. Le temperature massime in aumento fino ad oggi, tra domani giovedì 21 e venerdì 22 aprile caleranno un po’ a causa della presenza di nubi e piogge, mentre i valori minimi, già ampiamente aumentati stamattina, aumenteranno ancora un po’ nei prossimi due giorni.

Sabato 23 aprile giornata interlocutoria, il centro depressionario sulla Sardegna dopo aver raggiunto la Campania si esaurirà tant’è che la vasta area depressionaria sull’Europa centro occidentale si presenterà con un solo minimo depressionario a livello del mare centrato sui Pirenei. Sull’Italia quindi le correnti si orienteranno da sud ovest, comunque umide, ma decisamente meno instabili, specie al centro sud dove registreremo anche un lieve aumento della pressione atmosferica. Sono arrese molte nubi e piogge, anche a carattere temporalesco, al nord, molte nubi ma senza precipitazioni significative ed anche qualche locale, temporaneo raggio di sole al centro, nuvolosità irregolare con anche ampie fasi soleggiate al sud. Sull’Umbria, sabato 23 aprile, cielo molto nuvoloso con qualche locale, breve raggio di sole, temperature in lieve aumento ma venti sud occidentali in intensificazione.


Domenica 24 aprile il sistema depressionario che insiste sopra i settori euro mediterranei centro occidentali tenderà a muoversi verso nord est avanzando quindi, comunque, verso l’Italia.
Le correnti sud occidentali più instabili torneranno ad investire anche le regioni centrali italiane riportando le piogge, a tratti, anche sull’Umbria, spesso a carattere di rovescio. Da lunedì 25 aprile il sistema depressionario nuovamente indietreggerà verso l’oceano Atlantico, sull’Italia ancora residua instabilità al centro nord con molte nubi e qualche residua pioggia, anche a carattere di rovescio o temporale sulle regioni tirreniche. Sulla nostra regione sicuramente avremo ancora molte nubi, qualche pioggia ma probabilmente precipitazioni localizzate, quindi in qualche area non cadrà una goccia mentre in altre non sono da escludere intensi rovesci anche temporaleschi, dovremo attendere comunque almeno domenica 24 aprile per essere più precisi, temperature senza variazioni di rilievo, venti deboli o moderati sud occidentali.

Da martedì 26 aprile, infine, sistema depressionario tra oceano Nord Atlantico, Inghilterra, Francia e Spagna, mentre sull’Italia pressione atmosferica con circolazione che tenderà a divenire anticiclonica, ritorno quindi del sole con temperature in aumento, specie nei valori massimi quasi ovunque oltre 20°C.

Commenti

Post popolari in questo blog

Fase fredda e nevosa in arrivo, precipitazioni anche abbondanti in Appennino.

Tre perturbazioni nei prossimi sei giorni ma piogge non abbondanti, temperature in calo. Domenica 9 gennaio possibili locali nevicate a quote basse.

L’estate non è finita, si continua con brevi onde calde intervallate da fasi instabili con qualche temporale e temporanee rinfrescate.