Sole e tramontana, debolissima instabilità atmosferica solo nel sud dell’Umbria. Caldo in aumento.

 Ultime 24 ore caratterizzate da temporali e piogge pomeridiane su gran parte dell’Umbria anche se a registrare i maggiori accumuli sono stati ancora una volta i settori meridionali mentre nel nord continua la fase siccitosa, od almeno ampiamente sotto media pluviometrica, iniziata praticamente a gennaio. Anche nei prossimi giorni, in un clima che avrà sempre più le caratteristiche estive con sole e caldo in aumento, i possibili isolati, brevi temporali pomeridiani continueranno ad interessare quasi esclusivamente l’estremo sud dell’Umbria. Fino almeno a metà della prossima settimana infatti, nuclei di aria fresca nord atlantica, anche più corposi di quelli transitati sul bacino centrale del mar Mediterraneo, riusciranno ad attraversare il cuore dell’Europa per poi dirigersi sui Balcani. L’Italia sarà interessata solo marginalmente da questi impulsi perturbati con instabilità significativa solo sulle Alpi e meno vivace sul sud Italia dove agiranno correnti nord orientali un po’ più fresche “di ritorno” dai Balcani. L’Umbria resterà sotto correnti asciutte nord orientali, tramontana debole od a tratti moderata che inibirà la formazione di nubi sui settori centro settentrionali, mentre l’estremo sud della nostra regione sarà un po’ più riparato grazie ai monti Sibillini e non solo, quindi sfruttando un po’ di umidità tirrenica potremo assistere alla episodica formazione di qualche cumulonembo pomeridiano in grado di scaricare isolati rovesci anche temporaleschi.

 


Scendendo più in specifico sulle dinamiche per i prossimi giorni, osserveremo un anticiclone delle Azzorre che fino a sabato 12 giugno si estenderà sul bacino occidentale del mar Mediterraneo fin sulle regioni centrali tirreniche, residua blanda curvatura depressionaria in quota al sud Italia, figlia della circolazione di bassa pressione stazionate sopra i Balcani. Nel fine settimana anticiclone delle Azzorre in temporanea, parziale ritirata verso ovest a causa del transito sull’Europa centrale di un nuovo impulso di aria fresca nord atlantica che finirà ancora sui Balcani, interessamento temporaneo dei settori alpini ed ancor più marginale del sud Italia, sabato lievissimo incremento dell’instabilità atmosferica anche sul centro Italia tirrenico con qualche locale temporale soprattutto sul Lazio e bassa Toscana. Temperature il lieve, progressivo aumento. 

 


Da lunedì 14 giugno poi, la circolazione fresca sui Balcani si allontanerà sulla Turchia mentre blanda circolazione depressionaria si posizionerà sopra la penisola iberica, ciò favorirà il progressivo rafforzamento di un promontorio anticiclonico afro mediterraneo sopra l’Italia. Intorno metà della prossima settimana è probabile che la circolazione depressionaria iberica venga agganciata nuovamente dalla più vivace circolazione depressionaria nord atlantica, presente tra Groenlandia, Islanda e Scozia, ciò potrebbe portare all’intensificazione del flusso di correnti calde meridionali sull’Italia. Probabilmente caldo ed umidità in aumento, in alcune zone del centro sud tirrenico e non solo, potremmo toccare i 35°C. Questa fase calda però potrebbe non essere caratterizzata da stabilità atmosferica totale, in primis per l’aria calda in arrivo che sarà anche abbastanza umida, poi perché in quota, l’influenza della circolazione depressionari sopra l’Europa occidentale, potrebbe determinare un calo della pressione atmosferica e la comparsa di qualche temporale pomeridiano soprattutto a ridosso dei rilievi montuosi, più frequenti sui settori alpini, un po’ meno su quelli appenninici, specie dal 17 giugno in poi, comunque ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti

 


 

Sull’Umbria, come abbiamo detto in precedenza, prevalenza di sole e temperature in lento aumento con tramontana debole o moderata fino a venerdì 11 giugno, debolissima instabilità atmosferica pomeridiana solo sull’estremo sud della regione. Sabato 12 e domenica 13 giugno qualche nuvola in più ed instabilità atmosferica pomeridiana in temporaneo, lievissimo incremento, da lunedì 14 giugno invece instabilità in calo, sole pieno e temperature in ulteriore aumento fino almeno a mercoledì 16 giugno. Possibile nuovo lieve progressivo aumento dell’instabilità atmosferica pomeridiana tra giovedì 17 e venerdì 18 giugno.

Commenti

Post popolari in questo blog

Neve e freddo in arrivo sull’Umbria nel fine settimana

Il gelo alle porte dell’Italia ma almeno fino a metà mese li resterà

Da stasera nevicate su gran parte dell’Umbria, fine settimana molto freddo. Attenzione al ghiaccio.