Qualche locale temporale pomeridiano a metà settimana poi confermato sole e gran caldo

 Fine settimana decisamente estivo quello appena trascorso sull’Umbria come un po’ su tutta l’Italia, con tanto sole e temperature elevate, sopra le medie del periodo, sulla nostra regione, ieri domenica 13 giugno, registrati valori massimi di 34°C a Terni, 32°C a Foligno, 31°C a Perugia S.Egidio e 30°C a Città di Castello. Nei prossimi giorni ancora clima estivo un po’ su tutta l’Italia ma con qualche “variante sul tema”, dovuta essenzialmente ad una rotazione delle correnti prodotta da un’oscillazione est-ovest del promontorio anticiclonico afro mediterraneo che si sta consolidando sopra il bacino centro occidentale del mar Mediterraneo. Attualmente infatti osserviamo un promontorio anticiclonico afro mediterraneo in rafforzamento sopra il bacino occidentale del mar Mediterraneo con massimi di pressione, sia a livello del mare che in quota, tra l’Algeria e la Francia, poco più ad ovest, sopra le coste atlantiche portoghesi, una piccola circolazione depressionaria evidente soprattutto in quota mentre un’altra più ampia e strutturata circolazione depressionaria staziona tra la penisola Balcanica e la Turchia. Sull’Italia la pressione a livello del mare non è altissima, tra 1015 e 1020 mb, in quota correnti settentrionali con curvatura sostanzialmente anticiclonica, solo la Puglia è interessata più direttamente, ma comunque marginalmente, dall’aria fresca in quota presente sui Balcani. Ciò garantisce giornate soleggiate un po’ su tutto il territorio italiano, isolati temporali di calore, brevi e piuttosto circoscritti, possono formarsi nel pomeriggio su Alpi ed in Appennino ma solo fenomeni episodici classici delle giornate molto calde. Il caldo si è fatto sentire finora soprattutto al centro nord dove le correnti settentrionali determinano anche una sorta di effetto “venti di caduta” prodotto dalle Alpi, e quest’aria, compressa, tende a riscaldarsi oltre a quanto normalmente farebbe con il solo soleggiamento diurno. 

 


Nelle prossime ore, comunque, la rotazione del nucleo di aria fredda presente sui Balcani determinerà anche una rotazione delle correnti sull’Italia, da settentrionali a nord orientali, ciò limiterà, sia oggi che domani martedì 15 giugno, quella compressione dell’aria di cui abbiamo parlato in precedenza con conseguente lieve calo delle temperature massime che comunque resteranno ancora sopra le medie del periodo. Sull’Umbria nelle prossime temperature ancora gran sole con temperature massime non più di 2°C più basse rispetto a ieri, venti deboli o localmente moderati orientali, specie durante le ore centrali del giorno. Qualcosa in più invece potremmo osservare a metà settimana, temporaneamente, tra mercoledì 16 e giovedì 17 giugno, quando la rotazione antioraria della circolazione depressionaria balcanica, determinerà anche al discesa sul medio basso mar Adriatico di un piccolissimo impulso di aria fresca in quota proveniente dalla Polonia. Anche se non sorvolerà direttamente i cieli della penisola italiana, determinerà comunque un calo della pressione atmosferica ed un aumento dell’umidità in quota che amplificherà un po’ l’instabilità atmosferica pomeridiana, grazie anche al caldo che tenderà nuovamente ad aumentare. Dalla tarda mattinata assisteremo quindi allo sviluppo di nuvolosità cumuliforme a partire dai tipici cumuli castellani a ridosso dei rilievi montuosi che nel pomeriggio potranno evolvere in cumulonembi temporaleschi e scaricare qua e la rovesci, soprattutto sulle zone interne montuose ad iniziare da quelle alpine de appenniniche. 

 


L’Umbria sarà una delle regioni dove l’instabilità, generalmente debole od al massimo moderata, sarà più evidente, proprio perché ha un territorio collinare/montuoso a ridosso dell’Appennino, le aree maggiormente a rischio temporali sembrano attualmente essere più quelle appenniniche mercoledì 16, quelle occidentali al confine con Toscana e Lazio giovedì 17 giugno, ma ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti. Temperature massime ancora intorno o superiori ai 30°C con venti deboli o temporaneamente moderati orientali. Da venerdì 18 giugno poi, tutta la struttura depressionaria balcanica e quanto ad essa legato, tenderà a spostarsi più ad oriente, sopra il mar Nero, contemporaneamente sull’Italia avanzerà da ovest il promontorio anticiclonico afro mediterraneo che, almeno fino a lunedì 21 giugno, garantirà condizioni atmosferiche ben più stabili con gran sole e temperature in aumento, in pratica si realizzerà la prima seria ondata di caldo estiva del 2021.

 


Anche sull’Umbria sole e temperature in aumento tanto che domenica 20 giugno potremo raggiungere valori massimi compresi tra i 34°C dei centri appenninici ed i 40°C della conca ternana, la limitazione del riscaldamento previsto sarà possibile solo in caso di transito di qualche velatura. L’onda calda dovrebbe durare da venerdì 18 a lunedì 22 giugno, poi correnti un po’ più fresche ed umide provenienti dall’oceano Atlantico dovrebbero attenuare la calura a partire da martedì 23 giugno, anche con qualche temporale. Vedremo poi nei prossimi giorni se questo break atlantico sarà duraturo o solo una breve attenuazione del caldo prima di una nuova ondata.

 


 

Commenti

Post popolari in questo blog

Neve e freddo in arrivo sull’Umbria nel fine settimana

Il gelo alle porte dell’Italia ma almeno fino a metà mese li resterà

Da stasera nevicate su gran parte dell’Umbria, fine settimana molto freddo. Attenzione al ghiaccio.