Fine agosto caldo, ma non caldissimo, con temporali soprattutto nel prossimo fine settimana

Grazie al caldo intenso che si è sostanzialmente placato dopo Ferragosto, possiamo dire, anche se manca ancora qualche giorno, che il trimestre estivo 2022 si piazza dietro, anche se di poco, al 2003, per quanto riguarda il caldo e forse anche per il totale delle precipitazioni. La siccità estrema del 2022 è dovuta essenzialmente alla sommatoria di 18 mesi, degli ultimi 20, siccitosi o molto siccitosi, mentre il 2003 arrivavamo da una situazione sostanzialmente normale.

Attualmente l’Italia è interessata da una blanda circolazione depressionaria distinguibile soprattutto in quota e centrata sul medio basso mar Adriatico, il lento spostamento verso la Grecia, l’anticiclone, invece, staziona più ad ovest, sopra la penisola Iberica, dove le temperature sono nuovamente elevate. La suddetta circolazione depressionaria comunque, nelle prossime ore produrrà nubi sulle regioni centrali adriatiche, mentre al sud nubi ed anche precipitazioni, rovesci e temporali prevalentemente pomeridiani, mentre al nord e centro tirrenico, le correnti settentrionali in quota risulteranno piuttosto secche e non in grado di favorire lo sviluppo di nuvolosità consistente e tanto meno cumulonembi e precipitazioni. Domani mercoledì 24 agosto il centro depressionario in quota si sposterà sopra la Grecia, l’aria secca in quota guadagnerà terreno verso sud e soprattutto verso est, con cielo sereno o poco nuvoloso su tutto il centro nord Italia, residua instabilità atmosferica pomeridiana solamente al sud. Giovedì 25 agosto centro depressionario in quota in ulteriore spostamento verso oriente, fin sopra il Bosforo con instabilità atmosferica pomeridiana in deciso calo anche al sud. Le temperature aumenteranno a partire dal nord e centro tirrenico, poi anche al sud, venti deboli o moderati provenienti in prevalenza dai quadranti orientali.


Per quanto riguarda l’Umbria avremo da oggi fino a giovedì 25 agosto cielo sereno o poco nuvoloso con temperature in aumento, generalmente su valori prossimi alle medie del periodo, oggi tra 25°C e 30°C, giovedì tra 29°C e 34°C, con aria abbastanza asciutta, venti nord orientali, deboli per gran parte della giornata, da deboli a localmente moderati durante le ore più calde.


Venerdì 26 agosto poi, è attesa una piccola ma significativa modifica della circolazione atmosferica, la blanda circolazione depressionaria sopra l’Europa orientale, presente soprattutto in quota,
verrà letteralmente agganciata da un flusso di correnti occidentali portatrici di infiltrazioni di aria relativamente fresca nord atlantica alle quote superiori. Questa unione formerà una più vasta circolazione depressionaria che comprenderà un po’ tutto il continente europeo. Come circolazione depressionaria non sarà intensa, anzi, tutt’altro, ma basterà comunque a mantenere attiva una diffusa, debole o localmente moderata instabilità atmosferica, più vivace durante le ore pomeridiane e serali. Soprattutto in Italia, dove potrà sfruttare il calore e l’umidità fornita dai mari occidentali ancora con temperature ampiamente sopra media, questa instabilità atmosferica sarà evidente.


Venerdì 26 agosto avremo quindi rovesci sparsi e locali temporali soprattutto sulle Alpi e sull’Appennino centro meridionale, sabato 27 agosto instabilità atmosferica diffusa sulle zone interne, solo le coste, almeno in gran parte ne saranno interessate solo marginalmente, domenica 28 agosto instabilità atmosferica in calo ma ancora ben presente nell’entroterra, nelle zone interne e lungo i rilievi montuosi, in questa fase instabile qualche isolato rovescio o temporale sarà possibile anche durante le ore notturne, specie in Valpadana, entroterra Toscano ed aree pianeggianti del centro sud. Le temperature aumenteranno leggermente, su valori poco superiori alle
medie del periodo, naturalmente con un clima così umido la sensazione di caldo sarà un po’ maggiore.

Sull’Umbria qualche locale rovescio o temporale sarà possibile venerdì 26 agosto soprattutto sui settori centro meridionali ed occidentali, mentre sul nord della regione un po’ di tramontana disturberà la cumulogenesi, sabato 27 agosto instabilità atmosferica più diffusa anche se i fenomeni più intensi saranno possibili con maggiore probabilità sui settori occidentali della nostra regione, domenica 28 agosto rovesci sparsi e locali temporali, soprattutto nel pomeriggio ma anche in serata. Temperature in lieve aumento, umidità in aumento, venti generalmente deboli con rinforzi dovuti essenzialmente all’attività temporalesca.


Nei giorni successivi la tendenza non è chiarissima, attualmente ci aspettiamo una diminuzione dell’instabilità atmosferica lunedì 29 ed in lieve aumento martedì 30 agosto, mentre mercoledì 31 agosto possibili temporaneo promontorio anticiclonico prefrontale in attesa dell’arrivo di una moderata perturbazione nord atlantica per i primissimi giorni di settembre, ma ne riparleremo nei prossimi giorni.



Commenti

Post popolari in questo blog

Fase fredda e nevosa in arrivo, precipitazioni anche abbondanti in Appennino.

Due intense perturbazioni in arrivo, piogge e nevicate anche abbondanti con fiocchi fino a quote basse.

Tre perturbazioni nei prossimi sei giorni ma piogge non abbondanti, temperature in calo. Domenica 9 gennaio possibili locali nevicate a quote basse.