Anticiclone in indebolimento, insidiato da impulsi freschi da nord est e nord ovest. Ferragosto con più nuvole e qualche rovescio o temporale

Caldo intenso che pian piano si ridimensiona sull’Italia, un po’ perché le ore del giorno e quindi di potenziale soleggiamento, stanno diminuendo in maniera consistente. poi perché la circolazione anticiclonica afro mediterranea dominante nelle ultime settimane inizia ad essere insidiata in maniera più incisiva da impulsi di aria fresca provenienti dal nord Europa ma anche dall’oceano Nord Atlantico.

Uno di questi impulsi di aria fresca ha raggiunto nelle ultime ore l’Austria, la Slovenia ed il Triveneto, proveniente dalla Russia ed ha già iniziato a generare nuvolosità più o meno intensa soprattutto sulle regioni dell’alto mar Adriatico, nubi che, seguendo le correnti settentrionali, stanno raggiungendo anche l’Umbria. Per ora le precipitazioni sono circoscritte a parte del Triveneto, Romagna ed alte Marche ma, nelle prossime ore, man mano che il nucleo di aria fredda in quota scenderà verso sud lungo le regioni adriatiche, avremo precipitazioni sparse, spesso a carattere di rovescio o temporale, anche sulle regioni centrali e nel fine settimana anche al sud. Il miglioramento arriverà al nord già nella mattinata di domani sabato 13 agosto, poi nel pomeriggio anche al centro ed entro la mattinata di domenica 14 agosto anche al sud, stessa sequenza anche per il temporaneo ma ben apprezzabile calo termico.


Sull’Umbria come anticipato, nuvolosità irregolare nelle prossime ore ma scarso rischio precipitazioni, al massimo isolati rovesci o temporali nel nord della regione ed in Appennino. Il peggioramento atmosferico vero e proprio è atteso dalla serata a partire dal nord della regione, un passaggio di nubi più intense, spesso cumuliformi, piogge sparse e e locali temporali tra più o meno l’ora di cena odierna e la prima mattinata di domani sabato 13 agosto. I fenomeni potranno essere in qualche caso intensi, accompagnati soprattutto da colpi di vento, l’orario di passaggio dell’aria fredda in quota, di notte, non riuscirà comunque a sfruttare appieno le potenzialità di un nucleo freddo comunque corposo, forse il più consistente da giugno. Il calo termico sulla nostra regioni si sentirà soprattutto domattina sabato 13 agosto, sia per le precipitazioni che per l’aria fredda sopraggiunta e la residua nuvolosità che limiterà il soleggiamento, poi nel pomeriggio, grazie anche al ritorno del sole, temperature in aumento, comunque non su valori elevati, anzi, ancora leggermente sotto media.


Domenica 14 agosto invece, un piccolo promontorio anticiclonico in transito sull’Italia garantirà cielo sereno o poco nuvoloso su gran parte della nostra penisola, residua nuvolosità solo al sud ed inizio nuovo peggioramento sulle Alpi occidentali tra il pomeriggio e la serata, con temperature in aumento.

Sull’Umbria gran domenica di sole con fresco al primo mattino ma poi rapida risalita termica con temperature massime sopra media, anche ben oltre i 30°C, venti deboli inizialmente settentrionali poi occidentali, ciò garantirà anche una serata gradevole.


La giornata di Ferragosto invece, sarà ben più nuvolosa al centro nord fin dal mattino, a causa di correnti umide e debolmente instabili legate da una consistente circolazione depressionaria tra Francia ed Inghilterra che cerca di avanzare verso occidente, queste correnti persisteranno anche martedì 16 agosto anche se tenderanno a divenire da occidentali a sud occidentali, quindi un po’ più calde. Avremo quindi, come detto, molte nubi con piogge sparse e locali temporali, più probabili al nord ovest, regioni alpine e Toscana. Sull’Umbria viavai di nubi, anche intense e capaci di scaricare qualche pioggia, inizialmente più probabili sui settori settentrionali della regione poi possibili un po’ ovunque e, specie nel pomeriggio, potranno assumere carattere di rovescio o temporale. Temperature in lieve calo ma ancora in linea se non lievemente superiori alle medie del periodo, soprattutto nei valori minimi venti deboli o moderati occidentali. Martedì 16 agosto ancora molte nubi con piogge qua e la, possibile qualche locale temporale, temperature in lieve aumento e venti deboli o moderati sud occidentali.


Più incerta l’evoluzione atmosferica da mercoledì 17 agosto, attualmente l’ipotesi che va per la maggiore vede un’onda calda prefrontale in transito sull’Italia mercoledì 17 agosto, apprezzabile soprattutto al centro sud dove prevarrà il sole con temperature in aumento e venti meridionali mentre al nord arriveranno ancora nubi con piogge e temporali soprattutto dal pomeriggio/sera, poi, giovedì 18 agosto, possibile transito di una perturbazione atlantica al centro nord con nubi, piogge e temporali un po’ più diffusi, ma abbiamo bisogno di più dati per avere maggiori certezze ed essere più precisi, comunque ne riparleremo nei prossimi giorni.



Commenti

Post popolari in questo blog

Fase fredda e nevosa in arrivo, precipitazioni anche abbondanti in Appennino.

Tre perturbazioni nei prossimi sei giorni ma piogge non abbondanti, temperature in calo. Domenica 9 gennaio possibili locali nevicate a quote basse.

L’estate non è finita, si continua con brevi onde calde intervallate da fasi instabili con qualche temporale e temporanee rinfrescate.