Piogge e temporali in arrivo con temporaneo, moderato calo termico nel fine settimana. Dalla prossima settimana anticiclone e temperature in aumento.

Evoluzione atmosferica per i prossimi giorni piuttosto incerta, una di quelle fasi meteorologiche durante le quali concorrono più variabili e rendono difficile anche le previsioni a breve/medio termine. Dall’ultimo fine settimana l’Italia ha visto calare la pressione atmosferica sul proprio territorio ma senza essere interessata in maniera diretta da sistemi depressionari di una certa consistenza, sono aumentate le nubi, si è vista qualche locale, breve pioggia ma nulla più, il tutto con temperature prossime alle medie del periodo. Attualmente osserviamo una prima circolazione depressionaria tra Spagna, Marocco e Mediterraneo occidentale, mentre una seconda area di bassa pressione è presente sui settori euro mediterranei orientali. Le alte pressioni invece, stazionano sull’oceano Nord Atlantico davanti alle coste europee e sui paesi Baltici.


Nelle prossime ore il sistema depressionario tra Spagna e Marocco si muoverà verso est portandosi sopra l’Algeria, contemporaneamente un impulso di aria fredda nord atlantica s’infilerà tra le due alte pressioni e, sorvolando il Belgio, raggiungerà la Francia sud oriental
e. Quest’aria fredda nord atlantica, entrando nell’orbita della bassa pressione algerina, devierà il movimento verso est di quest’ultima, richiamandola verso nord. A fronte di questo cambio di traiettoria, tra giovedì 5 e venerdì 6 maggio quindi, osserveremo la circolazione depressionaria algerina che si sarà portata sopra i mari ad ovest dell’Italia, nei pressi della Sardegna. 


La nostra penisola sarà investita da
correnti sud occidentali in quota e meridionali a livello del mare, ciò determinerà la formazione di molte nubi con piogge frequenti sul centro nord Italia, localmente anche a carattere temporalesco, specie a partire dal pomeriggio di giovedì 5 maggio. Sul sud Italia invece, per ora, avremo solo una debole o localmente moderata instabilità atmosferica. 

Sull’Umbria nubi in aumento con debole instabilità atmosferica già nelle prossime ore pomeridiane con possibili isolati piovaschi o rovesci, anche temporaleschi, più probabili in Appennino, migliora in serata, temperature senza variazioni di rilievo. Giovedì 5 maggio giornata che inizierà con cielo poco nuvoloso o nuvoloso, poi nuvolosità in aumento e piogge dal pomeriggio e soprattutto in serata, più frequenti sul centro nord della regione dove potranno assumere carattere temporalesco. Temperature minime senza variazioni di rilievo, massime in lieve calo, venti deboli meridionali. Venerdì 6 maggio molte nubi con piogge sparse già dalla mattinata, più probabili sul centro sud della regione dove potranno assumere localmente carattere temporalesco, parziale miglioramento in serata, temperature minime in lieve aumento, massime in ulteriore, lieve calo, venti deboli orientali

Sabato 7 maggio il centro depressionario, sia in quota che a livello del mare, si porterà verso sud, tra mar Tirreno meridionali e Sicilia, ciò comporterà l’attivazione di venti di tramontana sul centro nord Italia dove le condizioni atmosferiche miglioreranno. Sull’Umbria molte nubi con residui piovaschi al mattino, poi nuvolosità più intensa e residue precipitazioni che tenderanno a concentrarsi in Appennino, migliora in serata con cessazione delle piogge e schiarite anche ampie. Temperature in ulteriore, lieve calo, venti moderati nord orientali.


Domenica 8 maggio il centro depressionario tenderà a spostarsi ancora più a sud portandosi sopra il mar Ionio, la pressione atmosferica sull’Italia però non aumenterà ancora in maniera decisa e ciò comporterà la persistenza di una certa instabilità atmosferica prevalentemente pomeridiana, da nord a sud. Sull’Umbria poche nubi al mattino poi sviluppo di nubi cumuliformi con locali rovesci, anche temporaleschi, tra tarda mattinata e pomeriggio, più probabili sui settori occidentali e meridionali della regione. Migliora in serata, temperature in lieve aumento, venti deboli o moderati nord orientali.

Tra lunedì 9 e martedì 10 maggio ulteriore aumento della pressione atmosferica con miglioramento ma anche residua instabilità atmosferica pomeridiana che, date le correnti ancora nord orientali, sarà più vivace sui settori tirrenici ed al sud. Per uqnato riguarda l’Umbria, locali rovesci e/o temporali pomeridiani, saranno più probabili sui settori occidentali e meridionali della regione, molto meno probabili su eugubino ed Altotevere.


Da metà della prossima settimana la pressione atmosferica aumenterà ancor più, tanto che ci aspettiamo un anticiclone centrato sopra l’Italia tra mercoledì 11 e giovedì 12 maggio con instabilità atmosferica ridotta ai minimi termini, giornate soleggiate
e temperature in aumento fin su valori sopra la media del periodo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Fase fredda e nevosa in arrivo, precipitazioni anche abbondanti in Appennino.

Tre perturbazioni nei prossimi sei giorni ma piogge non abbondanti, temperature in calo. Domenica 9 gennaio possibili locali nevicate a quote basse.

L’estate non è finita, si continua con brevi onde calde intervallate da fasi instabili con qualche temporale e temporanee rinfrescate.